SCIANNIMANICO: "NON PENSAVO CHE LA TERNANA FOSSE COSI' FORTE"

"Ma anche il Bari può vincere sette partite di fila: rosa ampia e di qualità"



“Non pensavo che la Ternana fosse così forte…”. Arcangelo Sciannimanico, per tutti Lello, ha seguito da doppio ex la sfida al vertice del girone meridionale di serie C. “Ovviamente tifando Bari, il mio cuore è biancorosso – dice l’ex centrocampista ed ora allenatore – anche se a Terni ho vissuto tre anni splendidi, in una città che mi idolatrava, anche in modo esagerato”.

Dunque mister, Ternana superiore.

“Il campo in questi 90’ ha detto questo. La Ternana mi ha davvero impressionato. Al San Nicola ha conquistato la settima vittoria consecutiva. Ma attenzione: anche il Bari è forte e in grado di vincere sette partite di fila”.

Si è detto: è più squadra del Bari, e in effetti alcuni calciatori biancorossi nel post gara hanno ammesso: “Noi dobbiamo ancora diventarlo…”.

“Sì ma dopo il netto successo di Potenza i commenti erano di segno opposto. Di certo la Ternana aveva già una intelaiatura di ottimo livello, impreziosita da alcuni giocatori importanti come i due centrali difensivi Boben e Kontek e il trequartista Falletti”.

A proposito di Falletti: lasciato troppo libero?

“Le squadre di Auteri sono così, pensano ad imporre il proprio gioco, senza preoccuparsi molto degli avversari”.

Auteri ha detto di aver sbagliato alcune scelte nell’undici iniziale: ha fatto pesare non poco il fatto di non aver potuto allenare la squadra, essendo costretto a stare in quarantena a causa del Covid e quindi non aver valutato al meglio le condizioni di Perrotta, Antenucci, Simeri.

“E’ logico che non vedere la squadra con i propri occhi durante la settimana e non andare in panchina la domenica è uno svantaggio. E sono convinto che l’assenza di Auteri pesi. Poi, se lui dice certe cose relativamente alla formazione che ha schierato contro la Ternana, avrà le sue buone ragioni. A me è parso che la squadra non abbia ancora raggiunto una condizione atletica ottimale per il gioco che vuole sviluppare il suo allenatore, pur avendo un organico che, come quello della Ternana, è superiore a tutti gli altri”.

La preoccupa la sconfitta in questo scontro diretto? A Bari i tifosi temono un’altra Reggina…

“Abbiamo dovuto incassare un brutto colpo, ma sono fiducioso perché il Bari è stato costruito con i giocatori che voleva mister Auteri, composto da una ventina di giocatori allo stesso livello e adatti alle sue idee e che migliorerà con il passare delle giornate”.

Mister, crede ad un cambio di modulo, magari ad un Bari con il 4-2-3-1?

“Auteri ha la sua idea di calcio, gioca quasi sempre con il 3-4-3 e su questo è tosto, va avanti così perché ci crede fortemente. E comunque il Bari quando gioca a tre e il quinto a destra è Ciofani, è già un po’ più coperto del solito, è quasi una difesa a 4 e quando i due esterni non spingono è una difesa a 5. Io mi fido dell’esperienza di Auteri che ha vinto tanti campionati di serie C”.

Vito Contento

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti