• redazione

IL BARI TARGATO AUTERI PRENDE CORPO

L’impronta dell’allenatore comincia a connotare le prestazioni dei biancorossi



Questo Bari sta diventando quello che ci aspettavamo. La determinazione, anche se la stagione è agli inizi, promuove il grande lavoro fatto fin qui da Auteri. Che ha dimostrato di saper leggere al meglio la partita, costruendo il successo sul Catania anche con cambi mirati (leggi Montalto al posto di un evanescente D’Ursi e Citro con Marras). Insomma, le sensazioni positive aumentano sui biancorossi, rampanti, con carattere, in grado di mettere in mostra sia valori tecnici apprezzabili che un livello alto di prestazioni, sempre meglio calibrati sulle idee del mister. La sua impronta è ormai riconosciuta e riconoscibile: non era facile rimontare il gol a freddo se si pensa al Catania nel ruolo di protagonista annunciata del lungo campionato di serie C e sempre avversario “fastidioso”nei 28 incontri disputati in casa del Bari. La scommessa dietro l’angolo, adesso, è riuscire a dare continuità e credibilità a queste due caratteristiche, certo non frutto del caso, per evitare di finire nella trappola dei pareggi: può essere sufficiente solo questo, a volte, per fare bene e andare sempre più lontano. L’instabilità del gruppo, legata alla precedente gestione tecnica appartiene ormai al passato: oltre ai gol, adesso, c’è anche tanto altro.

17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti