• redazione

BARI, LUCI ED OMBRE NELL’ESORDIO

La prestazione dei biancorossi contro la Ternana non ha convinto del tutto: si può e si deve migliorare


La serie B sembra ad un passo, ma bisogna velocemente ritrovare fiato ed energie mentali per sprintare e battere la Carrarese e una tra Reggiana e Novara in finale. Il Bari visto all’opera contro la Ternana ha mostrato i soliti limiti da una parte, e confermato la costanza dei risultati dall’altra (26esimo risultato utile consecutivo). Dall’analisi riportata su la Gazzetta dello Sport, emergono chiari i dubbi e le certezze. Innanzitutto l’importanza della continuità realizzativa di Antenucci, insieme alla caparbietà della sua spalla Simeri. In quanto a Laribi, contro la Ternana si è visto a sprazzi, ma quando si innesca porta sempre problemi agli avversari. Anche la solidità difensiva, con Di Cesare a farla da padrone e Frattali pronto ad interventi strepitosi, lascia ben sperare per il futuro. Le controindicazione arrivano invece dalla fasce, dove sia Costa che Ciofani non hanno brillato per copertura e spinta, e dalla tenuta atletica apparsa non adeguata. Ultima annotazione i cambi che non incidono sull’andamento dell’incontro: gli ingressi di Schiavone e Maita non hanno cambiato l’inerzia della partita, e le ultime tre sostituzione sono forse state effettuate troppo tardi. Per raggiungere l’obiettivo finale bisognerà trovare una soluzione alle ombre emerse lunedì.


#bari #playoff #serieb

15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti