• redazione

PLAYOFF, LA ROSA DEL BARI REPARTO PER REPARTO

I calciatori a disposizione di mister Vivarini per provare la scalata alla Serie B. L'analisi tecnico-tattica del centrocampo


Analizziamo uno ad uno, per reparto, i calciatori attualmente presenti in rosa e che proveranno a condurci alla vittoria dei play-off, ufficiali da qualche ora e che saranno l’ultima opzione disponibile per agguantare la Serie B.

Ecco i centrocampisti, che abbiano giocato almeno 90’, le caratteristiche principali, i punti di forza ed i punti critici uniti alle statistiche nella stagione attuale; i ruoli assegnati ad ogni calciatore saranno, in ordine di adattabilità, in riferimento alle posizioni occupabili nel nostro schema di riferimento, ovvero il 4-3-1-2:

Raffaele Bianco (mediano, 32 anni, 24 presenze, 2 assist):

destro di piede, è uno degli elementi di maggior esperienza nella rosa; va ad occupare la posizione di vertice basso del nostro rombo a centrocampo, in cui può esprimersi secondo le sue caratteristiche: intelligenza tattica, gran senso della posizione, capacità di dettare i tempi e di muovere la palla in orizzontale.









Andrea Schiavone (mediano o mezzala, 27 anni, 26 presenze, 3 assist):

destro di piede, gran tecnica di base unita a qualche lacuna fisica, l’abbiamo visto sia davanti alla difesa che come mezzala, ma per giocatori come lui l’importante sono i compiti assegnati, ovvero quelli di regia, che esaltano le sue caratteristiche: gran visione di gioco, intelligenza spaziale, gestione della palla e buoni tempi di gioco.








Mattia Maita (mezzala o mediano, 25 anni, 10 presenze, 1 gol, 1 assist):

destro di piede, giocatore tecnicamente e fisicamente completo, nel nostro 4-3-1-2 si è dimostrato fondamentale nel ruolo di mezzala (preferibilmente destra), con compiti di inserimento, gestione e legatura del gioco, dando al Bari nuove soluzioni grazie alle sue buone capacità fisiche e di corsa, ottima tecnica di base, ottime scelte di gioco e buona visione periferica.








Zaccaria Hamlili (mezzala, 29 anni, 19 presenze, 2 gol, 1 assist):

destro di piede, impiegabile anche come interno a 2, è l’uomo di maggior intensità e corsa del nostro centrocampo e nel nostro scacchiere può occupare il ruolo di mezzala destra, sfruttando le sue grandi capacità atletiche, i suoi buoni tempi di inserimento, il suo ritmo di gioco e la sua aggressività, il tutto unito da una comunque discreta tecnica di base.








Michael Folorunsho (mezzala, 22 anni, 14 presenze):

destro di piede, grandissime capacità fisiche e atletiche, è forse l’uomo che ha reso meno rispetto alle aspettative, seppur condizionato da numerosi problemi fisici; potrà comunque rendersi utile all’occorrenza in partite in cui serviranno le sue caratteristiche, quali prestanza fisica, buona tecnica di base, gioco aereo e buon tiro da fuori.









Manuel Scavone (mezzala, 33 anni, 23 presenze, 1 gol, 1 assist):

mancino, altro elemento di grande esperienza, impiegato quasi esclusivamente come mezzala sinistra a piede giusto, fa dell’intensità, della buona tecnica, degli inserimenti e dell’intelligenza tattica le sue armi principali; nei Play-off potrà sicuramente tornare utile in partite toste ed in bilico.










Giovanni Terrani: (trequartista, 25 anni, 28 presenze, 2 gol, 2 assist):

destro di piede, giocatore molto tecnico, il suo ruolo naturale è quello di esterno sinistro offensivo, a piede invertito, ma per necessità si è dovuto adattare al ruolo di vertice alto del rombo nel 4-3-1-2 con discreti risultati; sono emersi dei limiti di legatura e di rifinitura ma in ogni caso è risultato utile per la sua tecnica, capacità di saltare l’uomo, intelligenza tattica e buon dinamismo.









Karim Laribi: (trequartista, 29 anni, 9 presenze, 2 gol, 2 assist):

il trequartista arrivato a Gennaio, destro di piede ma molto abile anche col mancino, ha permesso al Bari di avere quella verticalità e quell’immediatezza in più nella manovra; Vivarini nei Play-off conterà sul suo alto tasso tecnico, le ottime capacità balistiche, la gestione intelligente del pallone e le capacità nello stretto.











Di seguito, ecco come potrebbe schierarsi il centrocampo del Bari:




ALESSIO BONANTE


84 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti