• redazione

MONTALTO, IL GRANATIERE SICILIANO

Maglia numero 32 che ricorda la sua età sta attraversando un buon momento

Adriano Montalto, in biancorosso con sulla schiena il numero 32 che ricorda la sua età, sta vivendo un ottimo momento sotto la guida tecnica del corregionale Gaetano Auteri.

Arrivato a Bari dopo aver girato calcisticamente mezza Italia e indossato ben 17 maglie, l’attaccante siciliano ha infatti firmato per il club della famiglia De Laurentiis a poche ore dalla chiusura del calciomercato il 5 ottobre.

Senza ovviamente tralasciare l’obiettivo stagionale di squadra, rappresentato dalla salita in Serie B, Montalto ha promesso, prima di tutto a se stesso, di tornare al rendimento ottimale che lo vide realizzare la bellezza di 20 gol tre stagioni fa con la maglia della Ternana. Le ultime due stagioni, invece, con le maglie di Cremonese e Venezia, sono risultate a dir poco negative. Infortuni e precarie condizioni fisiche ne hanno infatti condizionato il rendimento e ridotto al minimo il numero di presenze.

Lo scarso utilizzo nei due ultimi campionati, unito alla preparazione estiva effettuata da solo perché ancora senza squadra, ha inoltre fatto sì che Montalto arrivasse a Bari in cerca di una condizione atletica accettabile, con l’ulteriore handicap di un fisico possente, di un motore cioè che fatica a smaltire il rodaggio.

E così il buon Montalto si è messo a lavorare di buona lena e pian piano è riuscito a mettersi al passo con i compagni e a scalare le gerarchie nelle rotazioni del mister Auteri. Ancora oggi il granatiere siciliano non ha l’autonomia per reggere una partita intera (al massimo ha “benzina” nelle gambe soltanto per 60 minuti, ma è riuscito già a realizzare 4 gol, grazie al suo sinistro al fulmicotone: due su azione (a Bari contro il Catania e in trasferta contro la Casertana) e altrettanti da fermo (al,San Nicola contro la Juve Stabia e in casa della Paganese). Un bottino di gol che è valso al bari almeno due punti in più, contro la Paganese, anche se non è da sottovalutare il fatto che contro la Juve Stabia ha sbloccato il risultato e contro il Catania e la Casertana ha “blindato” la vittoria, risparmiando ai tifosi biancorossi minuti di sofferenza.


Giancarlo De Peppo

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti