• nani campione

MARRAS, LA FANTASIA CONIUGATA ALLA QUALITA'

Il talentuoso giocatore è uno dei preferiti dal tecnico Auteri


La storia non si fa con i se e con i ma. Questo vale ovviamente anche nel mondo del calcio, ma c’è sempre l’eccezione che conferma la regola, ma resta comunque tale. Ebbene, se alla fine della scorsa stagione sulla panchina del Bari fosse stato confermato Vincenzo Vivarini, il talentuoso Manuel Marras non avrebbe vestito la maglia biancorossa.

Questo perché nell’assetto tattico prediletto dal tecnico marchigiano le cosiddette ali o esterni d’attacco non sono contemplate. E infatti nello scorso campionato Neglia e Floriano, protagonisti della promozione dalla Serie D, non riuscirono a inserirsi nei meccanismi di gioco di Vivarini: il primo fu quindi ceduto nella sessione invernale di mercato alla Fermana, mentre il secondo rimase fino a fine stagione ai margini della formazione titolare, per poi essere ceduto al neopromosso in C Palermo.

Marras invece è stato fortemente voluto da Auteri e Romairone. Brevilineo, dotato di ottimo dribbling e bravo nelle conclusioni a rete, l’esterno di origini sarde (come denuncia fin troppo chiaramente il cognome) è arrivato al Bari a metà settembre, ossia a ritiro precampionato ormai concluso. Svincolatosi dal Livorno, con cui aveva realizzato 8 reti nel passato campionato in B, si è presentato naturalmente a corto di preparazione, anche se con il suo fisico non avrebbe avuto bisogno di molto tempo per rientrare in forma.

Qualche intoppo di natura muscolare, mentre tentava di mettersi al passo con i compagni, ne ha però ritardato il pieno inserimento in squadra, mentre poi, a partire dalla gara contro la Juve Stabia, abbiamo visto un Marras praticamente al top della condizione: ha dimostrato di sapersi mettere completamente a disposizione della squadra, anche in fase di ripiegamento. A conferma dei suoi progressi, la doppietta realizzata nel turno infrasettimanale di Potenza, i due gol che hanno aperto la strada al largo successo del Bari. Nella giornata no della squadra contro la Ternana, è stato l’ultimo ad arrendersi e a Caserta solo il deficit di centimetri gli ha impedito di siglare un bel gol di testa.


Giancarlo De Peppo

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti