• nanicampione

LE ASPETTATIVE DEI TIFOSI

Tra slogan, giocatori e aspettative, questo Bari che impressione vi fa?


Anno di pandemia, stadio vuoto, zero introiti dal bagarino per la società. Nonostante tutto gli investimenti sono stati fatti, la rosa è molto valida e ci sono ampi margini di crescita. Bisogna dare fiducia ed entusiasmo all'ambiente. Vinceremo i playoff. ANTONINO


Questo Bari non rispecchia in pieno il credo tattico del suo allenatore. La carenza è nella mancanza di calciatori esterni in grado di imporsi a livello fisico per tutti i 90 minuti. Ciofani e D'Orazio non sono esterni a tutta fascia e necessitano di maggiore copertura da parte degli esterni offensivi. Serve gente con caratteristiche diverse in quella zona di campo, più giovane. Stiamo comunque lottando per la promozione, come da aspettative, seppur non convincendo nel gioco. Non dobbiamo mollare la speranza di guadagnare terreno sulla Ternana, alla quale sino ad oggi non si possono che fare dei grandissimi complimenti. VITO S.


Guardando i punti conquistati, rispetto agli altri gironi, verrebbe da pensare di essere in linea con i programmi. Purtroppo non è così, perché nel nostro girone abbiamo davanti una squadra che sta facendo la differenza e qualcosa di straordinario. Ma la domanda sorge spontanea: alla luce del capitale investito e della mancata promozione dello scorso anno - qualcosa avrebbe dovuto insegnarci - non avremmo dovuto disputare noi il campionato della Ternana? In merito alle scelte societarie, rimango con qualche dubbio. È stata data la possibilità ad Auteri di costruire una squadra a sua immagine e somiglianza ma le aspettative sono state sin ora disattese. Giocatori che non hanno dato quello che avrebbero dovuto dare. Su tutti Candellone. Mi aspettavo di più... LILLO


L'impressione non è del tutto positiva. Manca qualcosa a centrocampo dove ultimamente abbiamo sofferto l’assenza di Maita e qualche rinforzo in attacco, una specie di riserva di Antenucci che ha sempre 36 anni. Io Simeri l'avrei tenuto. DAGO



Questo Bari ha due volti. E' capace di alternare prestazioni brillanti come a Potenza o in casa con la Turris a partite insufficienti come quella col Bisceglie. Equilibrio è la parola chiave che questa squadra deve tenere a mente, ma lo stesso vale anche per l’ambiente, giornalisti inclusi. VITO ANTONACCI


Sono una persona positiva e credo ancora che possiamo farcela. Restiamo uniti senza polemiche sterili. Forza Bari sempre! ANNA


Difficile essere obiettivi, quando si vive una forte passione come lquella biancorossa. Il Bari naviga in un campionato infernale dove nulla è scontato e dove i risultati spesso non rispecchiano le prestazioni, suscitando così inevitabili discussioni e polemiche. La nostra è una piazza esigente, ci aspettiamo il bel gioco. Perché spesso, anche quando vince, non convince. Ci sono ancora tante difficoltà da affrontare per tagliare il traguardo e ritornare ad assaporare quello che ci è stato tolto bruscamente. Ma sono fiduciosa e aspetterò la grande conquista, la serie B. E così con sciarpetta e abbonamento, ritorneremo a salire quei gradoni, cantando l'inno più bello del mondo. "Bari grande amore". Perché la Bari si ama, sempre e comunque. "Tanto non capirai". DANIELA


Giose Monno

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti