• redazione

LA NOTTE SPECIALE DI ANTENUCCI CONTRO LA SUA SPAL

Il bomber biancorosso non ha dimenticato il suo passato a Ferrara



Ci tiene particolarmente Mirco Antenucci alla partita di stasera. Sarà per lui una sorta di viaggio nei ricordi con il ritorno nella città che per tre anni l’ha adottato e consacrato a idolo. “Sarà davvero emozionante, perché poter tornare a Ferrara per giocare sarà come far ritorno in quella che è una seconda casa. Purtroppo giocheremo senza pubblico, o quasi. Ma tornare in città e poi rivedere alcuni dei miei vecchi compagni, i magazzinieri e le persone in società, sarà un bel ritorno al passato. L’estate scorsa non si era ancora fatto vivo nessuno dalla società, ma già io avvertito uno strano clima nei miei confronti. Al telefono il direttore Vagnati mi disse che il mio contratto non sarebbe stato rinnovato perché volevano ringiovanire la rosa e puntare su altri attaccanti dal punto di vista tecnico, essendo io in scadenza. Mi è caduto il mondo addosso e sinceramente non me l’aspettavo”. Poi la chiamata del Bari: “Non conoscevo la categoria, ma mi sono fidato del progetto di De Laurentiis. Mi sono adattato subito alla nuova realtà, anche se la C è un campionato difficile con tanto agonismo e tanti buoni giocatori. Durante lo scorso campionato siamo arrivati a un passo dall’obiettivo e quest’anno ci riproveremo. Così come ce la giocheremo con la Spal”.

12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti