• redazione

LA GRANA LARIBI DA RISOLVERE PRIMA DEI PLAYOFF

Il contratto del trequartista - di proprietà del Verona - scade il 20 giugno. Potrebbe saltare gli spareggi

Tutto è possibile sulla strada che porta ai playoff. Anche che una pedina fondamentale come Karim Laribi non ci sia. Perché il suo contratto - prestito secco dal Verona - scade il 30 giugno. Società biancorossa dunque già al lavoro per non privarsi di un elemento importante per la squadra di Vivarini. Il trequartista che unisce qualità e quantità, autore finora di due gol, ha un ingaggio importante. E le norme attuali non chiariscono a chi tocchi pagare lo stipendio di luglio, una volta scaduto il contratto, se cioè al Bari o al Verona.

Intanto, prosegue la messa a punto della rosa in vista del rush finale che aprirà la strada per arrivare in serie B. La formula della partita secca, per la serie o la va o la spacca, sottopone i giocatori ad un dispendio di energie psicofisiche non indifferente: tutto deve essere al topo, perché un errore potrebbe pregiudicare l’obiettivo di una stagione intera. E questo nessuno lo vuole. Anche se i nove punti che mancano all’appello con la gestione Cornacchini, alla fine hanno fatto la differenza con la Reggina. Senza dimenticare il peso di qualche pareggio di troppo del Bari griffato Vivarini.

Aspettando i risultati del campo (chi sarà la quarta promossa tra le 23 dei playoff?), torna alla ribalta la necessità di una riforma del campionato di Lega Pro. Argomento da affrontare alla fine degli spareggi, ma particolarmente sentito da tutte le società. Il presidente Francesco Ghirelli ha bocciato da tempo l’ipotesi di una serie B divisa tra due gironi e 40 squadre che di fatto manderebbe in pensione il terzo campionato del Belpaese. Giudizio negativo anche sulle tre serie da 20 squadre ciascuna, in grado di coinvolgere 60 dei 100 club professionistici. Altra carne a cuocere nel pentolone estivo, dopo la querelle promozione.

14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti