• nani campione

L'INCUBO DELLA SCORSA STAGIONE: TERNANA COME LA REGGINA?

Aggiornato il: 17 nov 2020

Gli umbri prendono sette punti di vantaggio sul Bari e volano in classifica


Doveva essere la partita della maturità. L'occasione per dimostrare che le ambizioni della vigilia non erano il frutto soli di sogni e speranze. Invece, tutti giù per terra. La partita con la Ternana è finita nel peggiore dei modi. E, al di là della sconfitta, inaspettata per proporzioni e per modalità, c'è il rischio che anche questo campionato ripeta il copione dell'anno scorso, con la Reggina avanti e noi ad inseguire inutilmente per tutta la stagione. Adesso la Ternana è a sette lunghezze di vantaggio.

L'analisi di Tommaso d'Orazio è questa: “Abbiamo preparato la partita in settimana con un pressing adatto per andarli a prendere e tenere palla. Abbiamo pagato le ingenuità ma abbiamo avuto la forza di andare a riprendere la partita. Siamo stati bravi a riprenderla, ma nel secondo tempo le cose sono andate contro di noi. Dobbiamo pensare già a domenica prossima, ci aspetta tanto lavoro da fare. Io lavoro in settimana, lo faccio per il gruppo, il primo pensiero va sempre alla squadra. Se vado bene io, va bene anche il compagno davanti a me. Dispiace non aver portato il risultato a casa. Io credo che siamo a un passo dal diventerebbe  gruppo, lo faremo attraverso il lavoro.  Noi siamo il Bari, i giocatori che sono in rosa sono tutti coinvolti dal mister, sono tutti titolari, dobbiamo diventare subito squadra. A Potenza lo abbiamo dimostrato, io sono fiducioso, dobbiamo continuare su questa strada. Siamo ancora agli inizi, adesso la Ternana è avanti sette punti ma il campionato è ancora aperto. Hanno vinto la prima battaglia ma la guerra è appena cominciata. Venderemo cara la pelle”. 

Parole di circostanza, già sentite in altre occasioni, non dal giocatore naturalmente, che significano tutto e niente. Noi siamo il Bari... Un ritornello purtroppo non seguito dai fatti.

Inutile il gol di Matteo Ciofani: “Fa piacere, ma avrei barattato questo gol per un risultato positivo. È dura parlare a caldo, ci deve far riflettere. Dobbiamo diventare subito squadra e dobbiamo farlo in fretta. Tutti sono partecipi ed importanti. Sono arrivato l’anno scorso e non l’ho vista la Reggina, ad oggi questa Ternana è un po’ più pronta di noi. Il campionato è lungo, abbiamo intrapreso un percorso di crescita e abbiamo il dovere di dare di più”.

foto A. Mirimao

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti