• redazione

KUTUZOV: “BARI SOGNA E ASPETTA LA SERIE B”

L’ex attaccante dei galletti racconta dei suoi trascorsi in biancorosso e parla dei playoff



Vitali Kutuzov non perde occasione per parlare del Bari e del suo passato in terra pugliese. Intervistato da pianetaserieb.it ha dichiarato: “Sono stato allenato a Bari da due tecnici speciali. Ventura è arrivato dopo Antonio Conte. Posso dire che non sono due tecnici uguali, ma ci siamo vicini, c’è un po’ di somiglianza, specie nel loro lavoro. Io sono stato preso dal Bari e voluto da Conte, perché ho fatto bene con Ventura, quindi c’è un significato. Quella del direttore Perinetti, secondo me, è stata una mossa geniale. Ha sostituito Antonio con Gian Piero che su questo schieramento (4-2-4, ndr) andava a nozze. Quindi la squadra andava benissimo, con una rosa abbastanza giovane, e mister Ventura è riuscito a far entrare quegli anni nella storia del Bari, perché i Galletti aspettavano da tanto tempo di tornare in A. Riuscì a salvare il club già a Natale con grande facilità. Ricordo che mi andai ad operare il tendine d’Achille a Natale perché il mister mi disse “Vitali ti voglio pronto per l’anno prossimo perché noi siamo già salvi, l’obiettivo è già raggiunto”. Eravamo tranquilli, a metà classifica, ed è stata presa questa decisione. Quindi c’è tanta bravura da parte del mister, che è riuscito a creare qualcosa. Poi, giustamente, anche lui ha i suoi punti deboli, basti pensare al secondo anno di Bari o a quanto successo in Nazionale. Le difficoltà del meccanismo calcistico non gli hanno permesso di creare qualcosa di continuo in queste due annate negative. Resta di fatto che la sua bravura sia indiscutibile». Sui playoff di quest’anno aggiunge: «Il Bari lotterà sicuramente fino alla fine. E’ un’altra caldissima piazza del Sud, nella quale l’amore dei tifosi per il pallone e per la propria squadra è infinito. Parliamo di alti livelli. Io ho visto lo stadio San Nicola pieno ed era una cosa spettacolare. Quindi Bari sogna e aspetta questa vittoria. Per Bari salire significherebbe respirare un’aria diversa, un’aria veramente importante».



16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti